Decesso del proprietario




Assicurazione Auto: il proprietario muore

Decesso Proprietario Auto: Cosa si fa in questo caso?

Può succedere che viene a mancare il proprietario della macchina, nonchè contraente della assicurazione auto, in questi casi solitamente ci si trova in difficoltà perchè non si sa cosa fare; in effetti la legge non è chiarissima e spesso chi si trova in questa situazione non sa bene che pesci prendere.

La legge prevede che in caso di decesso del proprietario di un veicolo a motore, entro 6 mesi gli eredi devono fare la variazione sul libretto di circolazione; per fare questo bisogna fare un passaggio di proprietà a favore di tutti gli eredi, a questo punto il più delle volte il mezzo risulterà cointestato, dato che raramente esiste un unico erede del decuius.

Avere un mezzo cointestato creerà certamente molti problemi; è dunque indispensabile attribuirne la proprietà ad una unica persona; sono due operazioni , il costo per il primo passaggio di proprietà il costo è di € 500,00 (cinquecento/00) e cosi per il secondo passaggio.

La legge permette di fare tutto con una unica operazione, ossia prima il passaggio dal decuius agli eredi e poi a chi intende prendere la proprietà esclusiva del mezzo, il costo però sarà doppio ossia € 1000,00 .
Qualche provincia permette il pagamento di una sola volta la tassa, nonostante si facciano le due operazioni, ma tra queste non vi sono grandi province come Milano, Roma, Napoli, Torino, ecc.)

In alcuni casi le agenzie di pratiche automobilistiche permettono, forzando un pò la burocrazia, di fare un unico passaggio, ossia dal decuius a chi prenderà in carico l'automobile, pagando anche una unica tassa di € 500,00 -

Per quanto riguarda l'assicurazione invece, in caso di morte del contraente-assicurato bisogna tempestivamente informare la compagnia assicurativa; il contratto in essere potrà essere estinto con la richiesta di rimborso della parte di premio non goduto oppure potrebbe essere trasferito al nuovo proprietario; in questo caso però, non sempre si può passare insieme al contratto anche la stessa classe di merito acquisita dal decuius.

La classe di merito infatti non si eredita e dunque non si può trasferire dal decuius a un eventuale erede che si prende in carico l'automezzo; la classe di merito può essere acquisita da un convivente iscritto nello stesso nucleo familiare, come abbiamo detto nell'articolo bonus/malus , solo avvalendosi del decreto Bersani.

Ricapitolando, in caso di morte del proprietario del mezzo, gli eredi devono recarsi il prima possibile presso lo sportello del PRA (Pubblico Registro Automobilistico) della propria provincia di residenza per espletare le pratiche necessarie a stipulare il passaggio di proprietà dal decuius al nuovo proprietario.

Confrontando i prezzi delle assicurazioni si facilita il risparmio.


Copyright © 2011 - 2017 by Assicurazione Macchina Tutti i Diritti Riservati