Via il contrassegno assicurativo dal parabrezza


Dal 18 ottobre 2015 non c'e' piu' l'obbligo di esporre il contrassegno assicurativo sul parabrezza, basta tenere la documentazione nel cruscotto.

Nel giro di pochi secondi, con Targa System si puo' inserire la targa dell'auto e automaticamente partono dei controlli incrociati sui dati archiviati dall'Agenzia delle Entrate, dalle Forze dell'Ordine e dalle Assicurazioni; in brevissimo tempo si puo' sapere vita e miracoli del veicolo.

Questa novita' e' stata introdotta per evitare le frodi assicurative; in passato e' successo che alcuni malintenzionati avessero falsificato i contrassegni e molti a loro insaputa non risultavano assicurati, in altri casi invece, che sono la stragrande maggioranza, viaggiano con l'assicurazione scaduta a rischio di chi circola accanto a loro.

Prima se uno aveva un contrassegno falsificato poteva ingannare le forze dell'ordine, oggi questo e' impossibile, perchè inserendo il numero di targa elettronicamente , immediatamente appare tutta la storia del veicolo.

Ovviamente per chi ha sempre pagato l'RC Auto e il bollo non cambia assolutamente nulla, anzi e' piu' comodo perche' non ha il pensiero di dimenticare di esporre il contrassegno; per chi invece, da furbetto, non pagava assicurazione o bollo arrivano tempi duri; perchè puo' essere controllato anche a distanza senza essere fermato.

Per quanto riguarda l'RC Auto fino al 2012, ossia con la dichiarazione dei redditi del 2013 era possibile portare in detrazione le spese del Servizio Sanitario Nazionale, dal 2013 cioè con la dichiarazione dei redditi di quest''anno non sarà più possibile.

I controlli potranno essere fatti dai posti di blocco, ossia alla vecchia maniera, ma anche con delle telecamere posizionate in punti strategici, per esempio nei varchi delle ZTL, oppure negli aeroporti e anche in altri punti.


Copyright © 2011 - 2017 by Assicurazione Macchina Tutti i Diritti Riservati